CARLO TINTORI

 

FACE

CARLO TINTORI

LUCCA

facebook

SPETTINATI DALLA LUCE - LA BOTTEGA DEL CALZOLAIO - LA LUCE SQUARCIA LA PACE DELL’OASI LIPU - SPETTRI SI AGGIRANO AL TRAMONTO

 Dal punto di vista professionale, lavoro in ambito prettamente tecnicoscientifico; ho la fortuna (a volte sfortuna) di lavorare con ricercatori e scienziati di tutto il mondo. Quando viaggio, per lavoro o per diletto, amo osservare le città, le persone, le abitudini e le culture, i cibi e i colori dei vestiti... insomma tutte le diversità. Allo stesso modo, amo la natura in tutte le sue manifestazioni: il mare e la montagna, sole, pioggia e vento, il caldo o il freddo, l’orizzonte che si perde all’infinito quanto il buio di una grotta, rocce, piante e animali. Osservare tutte queste meraviglie dal mirino della mia reflex permette un’esplorazione più attenta, più concentrata, meno frettolosa. Serve calma e pazienza. Alla fine, l’immagine catturata rende l’emozione duratura nel tempo. Sono un dilettante assoluto, autodidatta, a volte sperimentatore. Soprattutto mi diverto.